Archivio Autore

Milano Metropoli Rurale: Incontro con le scuole di Nuova Agricoltura

Milano Metropoli RuraleAffiancare l’innovazione delle filiere agroalimentari sostenibili di Milano con la formazione ad un rapporto eco-compatibile con terra, territorio e natura, che coinvolga anche i cittadini di Milano.

 
Il 10 Febbraio alle ore 15 parleremo proprio di questo in Urban Center a Milano, nell’ottica della formazione, cioè dei cambiamenti sul piano culturale necessari verso percorsi trasformativi che riguardano l’economia, l’ambiente e il sociale.
Saranno presenti alcune scuole di Nuova Agricoltura e di Pratiche Sostenibili: Earth Service – Politecnico di Milano, Scuola Buone Pratiche/Terre di Mezzo e Legautonomie Lombardia, Praticare il Futuro/Scuola di pratiche Sostenibili.
L’obbiettivo sarà stabilire un primo confronto tra queste diverse scuole, per avviare una possibile connessione di sistema tra i vari percorsi esistenti.
 
 
Se siete interessati a partecipare, vi aspettiamo all’Urban Center Milano!

Psicologia Ambientale: Natura, benessere e socialità per i parchi urbani milanesi

logo

 

Il 13 febbraio all’ Urban Center di Milano, ore 10.30 organizziamo il seminario dedicato alla Psicologia Ambientale, in cui docenti universitari e progettisti ci racconteranno il punto di vista scientifico di come l’ambiente modifica la nostra mente e comportamento.

La comunità scientifica ha prodotto notevoli ricerche e applicazioni che mostrano come sia possibile strutturare, ideare e rafforzare gli spazi verdi, per trasformarli in spazi sociali, in cui il rapporto con la natura contribuisca a migliorare il benessere proprio e della cittadinanza.

 

› Presenteremo un introduzione a questa applicazione della Psicologia che si occupa dello studio sistematico di come l’ambiente modifica la nostra mente e comportamento, e di come, allo stesso tempo,  la nostra mente e il nostro comportamento modificano l’ambiente

› Come è possibile strutturare, ideare, modificare un ambiente per rendere migliore la relazione ambiente – uomo partendo dalle conoscenze cognitive, emotive e in generale psicologiche di come funzioniamo quando entriamo in contatto con la natura.

› Saranno raccontati gli effetti benefici e ristorativi del verde pubblico in città e vi racconteremo dell’esperienza di ricostruzione di filiere agroalimentari sostenibili e solidali che abbiamo contribuito ad avviare in quest’ottica, col progetto Kicasobu in Congo.

Natura, benessere, socialità: i parchi urbani milanesi e il loro uso sociale.
Urban Center di Milano, ore 10.30

Con Marisa Cengarle, presidente Forum Cooperazione e Tecnologia
Daniele Ruscio, Docente Psicologia Ambientale – Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
Paolo Inghilleri, professore ordinario di Psicologia Sociale – Università degli Studi di Milano

Birth of the Architect: Earth Service Workshop

Venerdì 3 Febbraio vi aspettiamo all’ Urban Center di Milano per il workshop “Birth of the Architect: Agrishelter. Earth Service Worksop“.

 

Si tratta di un workshop organizzato in collaborazione con il Professor Richard J. Ingersoll, del Politecnico di Milano, Earth Service, all’interno del Progetto SELS: Verso sistemi di nuova economia locale e sostenibile. Vi racconteremo meglio il lavoro #Agrishelter per la formazione degli Agritetti, che vi abbiamo presentato qualche mese fa, in cui i temi di Design e Sostenibilità incontrano le tematiche dell’ Integrazione, Solidarietà, Migranti e Rifugiati.

 

Siete tutti invitati a partire dalle ore 16:00 in Galleria Vittorio Emanuele, ingresso gratuito include anche la mostra dei progetti degli studenti del Politecnico di Milano.

Tutti i Dettagli nella locandina qui sotto. Vi aspettiamo!

GALLERIA

Seminario sui Sistemi Comunitari di Scambio: Monete sociali per rigenerare territori e comunità

Monza seminario
 Il seminario tratterà le Monete sociali e alcuni casi studio sui sistemi comunitari di scambio.
Per chi volesse approfondire l’argomento e conoscere le esperienze “Mi fido di noi” (Brianza) e “BUS – Buono di Uscita Solidale” (Reggio Emilia).
 
Per partecipare è necessaria l’iscrizione entro il 9 febbraio, mandando una mail a info@forumct.it o partecipando all’evento Facebook
Agli iscritti verranno inviati anche delle schede/materiali preparatori.
 
 Il seminario si terrà presso: Urban Center di Monza (Sala D), Via Turati, 6 (dietro alla stazione, binario 7)
Sabato 11 febbraio 2017
dalle 9.45 alle 17.00
Programma
Mattina
9.45 Saluti ed Introduzione: Motivi, obiettivi e metodi del seminario, a cura dei promotori.
10.30 I° caso: Il Buono di Uscita Solidale (DES Reggio Emilia)
11.00 Gioco di simulazione interattivo di un Sistema Comunitario di Scambio
11.30 II° caso: “Mi Fido di Noi” (DES Brianza)
12.00 Il contesto europeo: Rolf Schroeder studioso di monete complementari
 
Intervallo
13.00 Pranzo con buffet della “Trattoria Popolare Scuotivento” (ARCI Monza)
 
Pomeriggio
14.00 Suddivisione in 2 Gruppi di Lavoro (uno per “caso”)
15.00 Restituzione in plenaria 15.30 Sessione finale di riflessioni e risposte.
16.30 Conclusione dei lavori
L’evento ha il patrocinio del Comune di Monza, in collaborazione con Fondazione Cariplo, Forum Cooperazione e Tecnologia e Res Lombardia. Aderiscono Reti CS e DES Brianza

Riconoscimento a Forum Cooperazione e Tecnologia, per il progetto PiDOSS

Il Consiglio di Co-energia, l’Associazione aderente al Tavolo RES che supporta progetti collettivi di economia solidale, ha deliberato il primo premio del bando Fondo Solidarietà e Futuro – 2015 a Forum Cooperazione e Tecnologia per il progetto “Piccola Distribuzione Sostenibile e Solidale nell’Abbiatense” (PiDOSS).
Sulla base di una accurata griglia di valutazione, il progetto di FCT risulta primo in particolare per la coerenza con i “principi” di Carta RES e “Le colonne dell’economia solidale”; ciò riconosce il lavoro che la nostra Associazione svolge con passione e “ascolto” in rapporto con le Reti ecosol lombarde e nazionale fin dalla loro costituzione.
Nello spirito di riconoscimento delle caratteristiche del progetto, abbiamo a nostra volta proposto la suddivisione del premio con il progetto terzo classificato, Equostop del DES di Varese (il secondo che riceve il premio è “Crowdfunding sociale e solidale su SBW” di REES Marche). La proposta di collaborazione tra i 3 progetti, si accompagna con quella sul tema Piccola Distribuzione Organizzata, anche in rapporto con la predisposizione di un Progetto Europeo di cui Co-energia sarà partner, cui hanno già risposto positivamente il DES Brianza, l’Isola che c’è di Como e il DES Basso Garda.

Eccovi un breve estratto del progetto PiDOSS:

Il progetto prevede la costituzione di una struttura di logistica territoriale per la distribuzione di riso biologico, in rapporto con la costituenda comunità di “Terra e Cibo” nel territorio dell’Abbiatense. L’azione coinvolge un agricoltore appartenente al Distretto Neorurale Dinamo, il cui percorso sperimentale di conversione al riso biologico è stato monitorato da FCT e prevede la creazione di specifici patti di pre-acquisto del riso sia a livello di Gas locali sia in rapporto con i DES lombardi. L’avvio di una struttura di logistica vedrà inoltre impegnati richiedenti asilo, migranti e altri soggetti “svantaggiati” del territorio, con l’obiettivo di coinvolgerli nelle relazioni dirette tra i cittadini del “consumo critico” e i più innovativi produttori di nuova agricoltura esistenti nel territorio.
L’ultima delle filiere supportate ha reso disponibile già quest’anno uno stock di riso biologico, per cui è stato avviata la campagna “Buon riso nei Parchi”, promossa da FCT, Consorzio Dinamo, DESR Parco Sud e RES Lombardia, con l’attivazione di un fondo di solidarietà per sostenere la struttura di logistica prevista dal progetto “PiDOSS”.

Trovate tutti i dettagli sul nostro sito www.forumct.it

La strada dei 5 colori

18 Settembre 2016 – Via Roma, Morimondo
Per riscoprire la campagna e le antiche cascine della Ca’ Granda

Fondazione Sviluppo Ca’ Granda, in collaborazione con FAI, FIAB e TrekkingItalia, vi invitano alla scoperta delle bellissime terre di Morimondo, una volta di proprietà dell’Abbazia, donate all’ospedale nel 1561 da Papa Pio IV per sostenere l’opera dell’Ospedale.
Scegliendo l’itinerario in bici, o quello a piedi, per la prima volta si potrà attraversare la valle fluviale del Parco del Ticino tra risorgive, fontanili, marcite, risaie, boschi e uccelli di ogni specie scoprendo le secolari cascine e i loro oratori. Lungo il percorso saranno presenti guide naturalistiche e storiche specializzate per raccontare le bellezze paesaggistiche di maggiore interesse. Sarà anche possibile visitare l’Abbazia e il suo museo, provare il battesimo della sella a cavallo, il giro in calesse e anche quello in canoa in una lanca del Ticino. La Ca’ Granda dei Milanesi è per tutti.

La partecipazione è gratuita previa registrazione on line.
Trovate qui di seguito tutte le informazioni necessarie per partecipare!


Programma

Modalità di partecipazione
La partecipazione è gratuita previa registrazione on line sul sito www.fondazionesviluppocagranda.it, entro il 17 settembre 2016.
Orario dell’evento
L’itinerario è accessibile il 18 settembre in qualsiasi momento dalle 9.30 alle 18.30.

Punto di partenza
Parcheggio di via Roma a Morimondo, dove si trovano il banco accoglienza e il noleggio biciclette.

Circuito in bicicletta
L’itinerario, lungo circa 18 km, si sviluppa su strade interpoderali, tranne un brevissimo tratto su strada secondaria, a basso traffico automobilistico. Il fondo stradale è prevalentemente sterrato, ma battuto. L’andamento è pianeggiante. Il percorso è segnalato da appositi cartelli.

Circuito a piedi
L’itinerario è lungo circa 3 Km. Il fondo è in parte asfaltato e in parte sterrato, ma battuto. Il percorso è segnalato da appositi cartelli.

Noleggio bicicletta
Nella registrazione on line, è possibile prenotare il noleggio delle biciclette, fino a esaurimento scorte. Il servizio di noleggio – gestito autonomamente e direttamente da “Cicli Battistella” – avrà un costo di € 10,00. La bicicletta dovrà essere ritirata al punto di partenza trenta minuti prima dell’orario prenotato.

Pranzo
Previa segnalazione nella registrazione online, presso la Cascina Lasso è possibile acquistare panini, bibite e dolci realizzati con prodotti locali e genuini. Il servizio è gestito autonomamente e direttamente dall’azienda agricola Forni.
In alternativa: è possibile provvedere autonomamente al picnic; oppure recarsi nel centro storico di Morimondo e a Fallavecchia, dove sono presenti bar, trattorie e ristoranti.


Partecipa all’evento su Facebook per non perderti nulla, e leggere i dettagli
cliccando qui


Materiali, Video e Riassunti Seminari NOW Festival 2016


Se hai problemi a visualizzare il primo riassunto ipermediale scarica il .pdf cliccando qui


Se hai problemi a visualizzare il secondo riassunto ipermediale scarica il .pdf cliccando qui


Ed, infine, ecco alcune foto dello splendido week-end all’insegna del futuro sostenibile, scattate dai nostri operatori di Genuinagente!

NowFestival16

Terra e cibo – Per una Comunità resiliente nell’Abbiatense

Terra e cibo – Per una Comunità resiliente nell’Abbiatense

Questo proLogoTCgetto nasce in risposta alle criticità presenti nell’Abbiatense per quanto riguarda la mancata diversificazione delle coltivazioni, filiere agro-alimentari lunghe, costante aumento della cementificazione del suolo, diminuzione dell’occupazione a causa della crisi del modello economico attuale.

L’area, a cavallo tra il Parco Agricolo Sud Milano e il Parco del Ticino, presenta inoltre specifici fattori di rischio quali il rapporto tra monoculture intensive ed emissione di gas serra, perdita di biodiversità e inquinamento delle acque.

L’obiettivo è definire metodi e strumenti per promuovere nuove forme di agricoltura sostenibile, che permettano a tutti gli enti e settori sociali coinvolti di collegare la tutela dell’ambiente e la difesa del territorio a nuovi stili di produzione, consumo e accesso al cibo locale, tramite la creazione di una comunità resiliente e la trasformazione delle modalità attuali non eco-compatibili di fare agricoltura, di gestire le relazioni sociali ed economiche e di consumare il territorio.

ATTIVITÀ DEL PROGETTO

Sono previste 4 macro-attività orientate alla costituzione di una comunità resiliente “Terra e cibo”, attraverso il coinvolgimento di tutti gli Attori e i beneficiari del progetto:

  1. Mappatura dei Pivot territoriali e avvio di un incubatore di imprese sociali Individuazione e coinvolgimento di alcuni Attori già in possesso di pratiche e conoscenze utili, che possano fungere da Pivot territoriali, e avvio di un incubatore di imprese sociali per la realizzazione di filiere agroalimentari sostenibili nel territorio Abbiatense. E’ previsto di:a) realizzare 2 ricerche azione riguardanti:- il censimento di esperienze, idee e ambiti imprenditoriali che possano essere collegati alla futura Comunità resiliente;- un’indagine quali-quantitativa per l’individuazione di tutte le caratteristiche che è necessario considerare per avviare e consolidare la costruzione della comunità (condizioni, fattori di successo e critici, azioni di supporto, servizi, ecc.);b) costruire un incubatore per le imprese sociali, allestendo un luogo fisico che possa permettere anche il co-working delle aziende e dei singoli operatori coinvolti;c) Stipulare patti tra consumatori, amministratori locali e altri attori con gli agricoltori.
  2. Formazione dei diversi Attori localiInterventi in/formativi per i singoli Attori locali sulle tematiche del cambiamento climatico, delle pratiche resilienti, dei sistemi di produzione agricola eco-compatibile con riduzione dei pesticidi e uso di compost naturale. Sono previsti in articolare 3 corsi e un laboratorio:- “Agricoltura eco-compatibile e cambiamento climatico”,- “Governare il territorio agricolo”- “Alimentazione come pilastro di sostenibilità e resilienza”-  Laboratorio di co-progettazione “Progettiamo insieme il nostro futuro resiliente”.
  3. Sperimentazione di agricoltura resilienteSperimentazione di colture e metodi che si adattino ai cambiamenti del clima, tenendo conto della crisi economica e delle necessità di nuova occupazione e coinvolgendo i settori sociali più svantaggiati e fragili. Sono previsti:a) un corso di formazione su agricoltura e orticultura sociale per soggetti sociali svantaggiati, immigrati e agricoltori locali;b) la sperimentazione di colture e modi alternativi di produzione agricola;c) contratti di rete tra agricoltori e uso di una piattaforma di logistica sostenibile per il supporto a gestione di ordini, trasporto, distribuzione e consegne.
  4. Costituzione di una rete di Attori localiAvvio della costruzione di un “Piano del Cibo” dell’Abbiatense, attraverso il coinvolgimento di Attori locali e organismi internazionali come la FAO. E’ previsto di:a) individuare le basi che consentano l’avvio di un “Piano del Cibo” attraverso l’analisi e l’ascolto delle realtà locali;b) supportare il percorso per la presentazione alla FAO di un progetto per il riconoscimento e la valorizzazione agricolo-ambientale del territorio dell’Abbiatense;c) connettere al Piano del Cibo i patti, le reti, i contratti che verranno avviati e sperimentati nel corso del progetto “Terra e Cibo” insieme con e gli Attori del percorso di resilienza.

Capofila: Forum Cooperazione e Tecnologia

Partner: Associazioni La Tribù e Libero Laboratorio, Cooperativa Sociale Contina

Finanziatore: Comune di Albairate

Sponsor tecnico: LibLab srl

Partner di rete (che hanno dichiarato formalmente il loro interesse): aziende agricole Cascina Gambarina e

il Cascinello, Comune di Cassinetta di Lugagnano, Parco Agricolo Sud Milano, Cooperativa Mag2, Ecoistituto

Valle del Ticino, Rugbio, A-US.

Con il contributo di Fondazione Cariplo, bando “Comunità resilienti 2015”.

SELS, verso Sistemi di nuova Economia Locale Sostenibile

SELS, verso Sistemi di nuova Economia Locale Sostenibile

Il progetto prosegue alcuni interventi di GenuinaGente/Filiere nelle aree agricole periurbane dell’area metropolitana di Milano con l’obiettivo di validare (o “falsificare”) l’ipotesi secondo cui la Nuova Agricoltura sia in grado di connettersi nei singoli territori con le altre risorse/attività socio-economiche locali sostenibili, per costruire nuove forme di economia e di democrazia partecipativa.

ATTIVITÀ DEL PROGETTO (2015/2016)
Sono previste tre macro attività con la finalità di affiancare l’innovazione dei prodotti e dei processi che caratterizzano le filiere agroalimentari sostenibili avviate in particolare nel Parco Agricolo Sud Milano e le reti pioneristiche a esse collegate, con la ricostruzione di relazioni comunitarie all’interno delle popolazioni insediate nei territori d’intervento delle imprese protagoniste di percorsi trasformativi sul terreno economico, ambientale e sociale:

1) Ricerche: si tratta di tre indagini che avranno come temi rispettivamente i diversi paradigmi di nuova economia, i SSC – Sistemi di Scambio Comunitari e il rapporto tra LETS (Local Exchange Trading Systems), Reti di Economia Solidale e patti o contratti utilizzabili per l’aggregazione, le relazioni e l’identità dei soggetti coinvolgibili nei Sistemi di Economia Locale Sostenibile; ognuna delle ricerche verrà seguita da un gruppo dedicato del Comitato scientifico: ai tre gruppi se ne aggiunge un quarto dedicato a “Nuova agricoltura”.

2) Sperimentazioni: si tratta della prosecuzione degli interventi a favore dei processi di conversione e delle pratiche di agricoltura eco-compatibile:
a) per la coltivazione di riso biologico in rapporto con alcuni risicoltori “tradizionali” e i Comuni di Locate Triulzi, Pieve Emanuele e Rozzano e di cereali eco-compatibili in rapporto con aziende agricole del DAM (Distretto Agricolo Milanese) e il Comune di Milano/CdZ 7;
b) con la riattivazione dello Sportello Ambulante, composto da un team di Attori con competenze multi-settoriali per il monitoraggio dei processi attivati e per la risposta a specifiche esigenze rilevate durante visite in loco.

3) Strumenti: si tratta della messa a punto di:
a) strumenti operativi (carta della sostenibilità, patti, piani del cibo) per la costituzione dei SELS, la sensibilizzazione degli Attori e le politiche pubbliche collegate;
b) Strumenti in/Formativi: seminari su “Piani del Cibo” e “Territori resistenti” (all’interno di Fa La Cosa Giusta e altri contesti), in rapporto con la “Scuola delle buone pratiche”;
c) Metodi e conoscenze necessari per l’avvio di una struttura di Ricerca, Formazione e Assistenza dedicata a nuova agricoltura e tutela dell’ambiente.

Capofila: Forum Cooperazione e Tecnologia
Finanziatori: Comuni di Cesano Boscone, Locate, Pieve Emanuele e Rozzano, Cart’armata/Terre di Mezzo, Fondazione Laviosa
Partner di rete: sono coinvolti in singole attività i partner di rete di GenuinaGente/Filiere, cui se ne aggiungono alcuni nuovi collegati al Comitato scientifico (come il Dip.to Scienze Umane di UniMi-Bicocca) e alla Comunicazione (Social Business World)
Con il contributo di Fondazione Cariplo, progetti extrabando.

Dal domani all’oggi

Dal domani all’oggi

Si tratta di un intervento di Capacity Building che segue “Competenze di rete, rete di competenze” realizzato nel 2013 – 2014. La proposta 2015-2016 ha al centro il consolidamento delle relazioni con i partner con cui sono stati già instaurati rapporti collaborativi, tramite tre percorsi:

1) Acquisizione di nuove competenze di relazioni di rete:
a) fornendo agli operatori di FCT e ai suoi partner strategici gli strumenti atti a migliorare le capacità individuali e di gruppo nei campi della collaborazione finalizzata alla innovazione sociale.

2) Aumento quali-quantitativo delle relazioni sistemico-strategiche sui territori tramite:
a) l’acquisizione di competenze per la delineazione di percorsi e processi locali per l’avvio dei Sistemi di Economia Locale Sostenibile (SELS) e sul quadro teorico e pratico di riferimento, valorizzando anche le conoscenze e gli interventi dei partner del progetto.

3) Consolidamento della struttura e della sostenibilità gestionale per:
a) dar risposta non solo al bisogno “interno” di FCT di approfondire maggiormente gli aspetti relativi al controllo di gestione, comprese la predisposizione di piani economici e le procedure di rendicontazione, ma anche a quelli consimili dei suoi partner e delle imprese sociali dei territori d’intervento;
b) implementare sistemi comunicativi che permettano anche alle strutture più piccole di sfruttare al meglio i nuovi mezzi di comunicazione web e di allargare le prospettive del fundraising ad es. con gli investimenti responsabili di imprese profit o raggiungendo con il crowdfunding anche gli abitanti dei territori d’intervento;
c) aumentare la capacità di esercitare forme efficaci di advocacy collaborativa a partire dall’acquisizione di competenze tipiche della advocacy tradizionale, ma integrando quest’ultima in processi dinamici che includano sia l’ascolto e l’accompagnamento degli Attori coinvolti sia lo sviluppo di una cittadinanza responsabile e attiva, con l’obiettivo di migliorare nel contempo capacità di influenza territoriale e processi decisionali di Istituzioni locali e non.

Capofila: Forum Cooperazione e Tecnologia
Partner di rete: Mag2, Ecoistituto della Valle del Ticino, Co-Energia, Aziende agricole Cuneo Marco e Il Cascinello, BuonMercato, Cascina Contina, Comune di Albairate, Libero Laboratorio e Ass.ne La Tribù
Ente finanziatore: Fondazione Cariplo, bando “Capacity building”.

Seguici anche su:

Google+

Archivio
Translate